Dove inizia il nostro lavoro?

dal raggiungere un obiettivo o dall’allontanare un dolore?

Non c’è risposta, non ci sono regole. Quanto si vuole non è detto sia veramente il benessere per sé e il malessere su cui si vuole agire è proprio la fonte del soffrire?  Si inizia un gioco insieme dove le carte portate potrebbero essere le migliori come no. Sarà un gioco di scoperte, dove si dovrà essere disposti a lasciarsi andare, a dimenticare tante convinzioni e abitudini.

In tavola tra voi e me deve sempre restare la fiducia reciproca e la convinzione che cambiamenti ci saranno. Per ottenere ciò si lavorerà insieme e non basteranno parole anche se pronunciate con sforzo e reale sincerità, anche se sofferte, toccherà portare dei cambiamenti nella vita di ogni giorno: trasformazioni pratiche e continuative.

Sapere che si ha una méta e che la si vuole raggiungere.

Gli sportivi sanno cosa significhi allenarsi per una gara. Chi lavora in un’azienda sente solo più parlare di obiettivi. Chi ha una famiglia conosce le responsabilità a cui tenere fede.

…quando ciò che si vuole è il meglio per se stessi vale la pena darsi da fare, trovare il tempo per cambiare piccoli ingranaggi della vita e sostituirli con la scorrevolezza, con una sempre maggiore semplicità e con un profondo senso di leggerezza…

Importa veramente sapere da dove inizieremo? importa arrivare.

Storia-della-festa-del-lavoro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...