L’aiuto

“Non posso dare aiuto se non mi viene chiesto”.

E questo è.

 luci sottobosco.jpg

Se non si è chiamati si invade un campo intimo e qualsiasi agito diviene inutile.

Si chiede aiuto alle persone nelle quali riponiamo la nostra fiducia, per le quali proviamo rispetto e con le quali ci sentiamo a nostro agio.

Vale chiedere aiuto?

Se si sta per annegare e non si urla rivolti verso la riva si rischia di andare a fondo. Se si cade in un burrone senza chiedere soccorso, può essere che si resti lì.

Individuata la persona o le persone a cui rivolgersi, a cui raccontare cosa non va e quanto si vuole cambiare, passo dopo passo ci si rialza.

Affidatevi a chi vi vuole bene e vi conosce nel profondo e, se non basta, cercate uno Specialista in Relazioni di Aiuto. Comunque sceglierete saranno sempre necessari il vostro cuore e le vostre forze unite alle vostre speranze.

In questa vita ci sono sbarramenti, buche, uragani, smarrimenti, solitudine, malattie, lutti, abbandoni, delusioni…

Tutto è affrontabile. Ritrovatevi e accordatevi fiducia.

Annunci